“Non è forte chi non cade, ma chi cadendo ha la forza di rialzarsi.”

James Douglas Morrison

3’27”93 è questo il tempo più veloce segnato in gara domenica scorsa ad Abetone (PI) per la terza prova del Circuito Nazionale Gravitalia. Una manciata di minuti che separa la partenza dalla linea di arrivo. Possono sembrare pochi insignificanti momenti, ma per Simone Medici sono stati lunghi come un anno intero. Si perché Simo, giusto un anno fa subiva un infortunio che lo avrebbe fermato, proprio mentre la sua carriera agonistica era in uno splendido periodo. Dodici mesi di fatica e volontà, di momenti bassi e voglia di tornare. 

Ma come ci ha raccontato lui stesso, la troppa fretta per tornare ad andare veloce è stato un errore. Aveva perso il gusto del divertimento, aveva perso il motivo principale per cui si pratica questo sport. La salita è stata dura e lunga ma grazie a Michele Pedroni e Pedro di Marzocchi ha ricominciato ad andare in bici solo per il gusto di farlo, senza guardare al risultato finale, ma concentrandosi solo sulle sensazioni di guida. In questo periodo la famiglia, gli amici e gli altri atleti lo hanno sempre supportato nel suo cammino. E domenica, pochi secondi dopo aver tagliato la linea di arrivo è successo l’inverosimile. Wolf è stato letteralmente assalito da amici ed altri rider che lo hanno alzato al cielo per condividere e gioire con lui questo momento emozionante. Niente colori o bandiere, ma tutti ad esultare per la sua vittoria.

Un grosso complimento va a Francesco Colombo (Team Argentina Bike) che pur arrivando secondo per pochissimo, ha dimostrato che la costanza paga. Infatti grazie a questo suo piazzamento è diventato leader di classifica del circuito. Terzo posto tra gli agonisti per il ritrovato Francesco Petrucci (Team Cingolani) che rientrato alle competizioni dopo un periodo di stop ha subito ben figurato.

Nella categoria Agonisti Femminile vittoria per Veronika Widmann (Team A.B.C. Egna Neumarkt), seguita da Eleonora Farina (Mangusta Bike Team) e Rosaria Fuccio (Ancillotti Doganaccia).

E’ stata una giornata splendida anche per Fabrizio Dragoni (A.S.D. Alessi Racing Team) che oltre alla vittoria nella categoria Amatori Maschile, si è portato a casa la maglia di categoria. Dietro a lui si è piazzato Nicolò Marsiglietti (ASD Bikeland Team Bike). Emanuele Grimani (ASD 2010 Gravityteam) invece ha conquistato la terza piazza a pochissima distanza dal secondo classificato.

Tra le Amatori Femminile continua il buon periodo di Sara Mologni (Team Scout/Nukeproof) che si è aggiudicata la vittoria e mantiene salda la maglia di leader di categoria. Secondo posto in gara per Elisabetta Orlando (Bikestore Racing Team) seguita da Denise Tremul (A.S.D. Gravity Project).

Siamo a metà campionato e ci sono stati tre vincitori diversi, tante emozioni e colpi di scena. Di certo, nulla è scontato in questa annata. Il rientro di Francesco Petrucci e le ottime prestazioni di Davide Palazzari (Le Marmotte Loreto) hanno contribuito alla spettacolarità di questo sport.

Ora non resta che attendere il 19 Luglio quando a Sestola (MO) andrà in scena il Campionato italiano Downhill e con questi pretendenti tutto può accadere.

Tutto il materiale pubblicato è di proprietà del sito Welovetoride.it e coperto da Copyright. E’ vietato ogni utilizzo, anche parziale senza il consenso dell’autore. Per ogni richiesta potete contattarci tramite email all’indirizzo: ride@welovetoride.it. Cheers!