“Un weekend con un’atmosfera unica
ricco di tante emozioni quello appena trascorsa in quel di Lerici.”

Tomaso Ancillotti

Il terzo appuntamento con il calendario Superenduro 2019 è andato in scena nella splendida e poco conosciuta ai molti, località di Lerici (Sp). Un posto incantevole con dei bei sentieri su fondo misto roccia e terra. In questo caso, il sole ha finalmente avuto il suo giusto spazio, regalando un week-end asciutto. Alta l’affluenza degli atleti per questa gara che ha visto i portacolori del Team Ancillotti Factory essere protagonisti delle classifiche finali nelle singole categorie ed in quella team.

Tomaso Ancillotti: “Un weekend con un’atmosfera unica ricco di tante emozioni quello appena trascorsa in quel di Lerici, finalmente una gara graziata dal meteo in una località incantevole che speriamo di rivedere anche il prossimo anno. I risultati dei ragazzi sono stati ancora una volta positivi, ed a dimostrazione di questo è arrivata ancora una volta la vittoria del team. Simone ha fatto un ottima gara, molto regolare e veloce, forse su un percorso che non si addice molto alle sue caratteristiche vincendo la categoria e a soli quattro secondi dalla top ten assoluta. Sophie ha conquistato il primo posto di categoria ancora una volta ed i tempi a confronto con le colleghe maggiori ci hanno dato conferma che sta crescendo bene. Peccato per Andrea che non era al top della forma a causa della cura antibiotica che stava facendo, sono sicuro che su questo tipo di tracciati avrebbe potuto fare anche lui una bella gara, a completare la formazione il nostro bomber Michel che chiude quinto tra i Master 1-2. Non vediamo l’ora di vederlo anche lui sui percorsi di montagna a lui più congeniali! Adesso un weekend di pausa e poi Canazei, una gara a cui teniamo molto dove tornerà in gara anche Hannes, assente a questo appuntamento per l’esame di maturità e speriamo di fare bene anche li.”

Sophie Riva: “È stato uno dei miglior week end di gara: la location, i trail, il team e la bici erano il top. Il sabato in prova ho dovuto fare i conti con le tipiche pietre liguri dopo un taglio al copertone a inizio PS 5, per fortuna grazie alla protezione Barzotto, sono riuscita a finire le prove senza rovinare il cerchio. In gara ci sono stati i feelings perfetti tra il terreno e la bici. Sono contenta delle mie prestazioni, non si può che migliorare. Grazie a tutti, teammates, Tomaso e i miei genitori per questi giorni unici!”

Michel Angelini: “Volevo iniziare ringraziando Francesca del Gyrotonic di Aosta che venerdì prima di scendere a Lerici mi fatto ripartire la schiena di nuovo bloccata! Il Sabato di prove le Ps non mi piacciono, troppo strette lente, faccio fatica a guidare, mi diverto solo sulla 5 e vado a casa un po’ via demoralizzato. Domenica race day! Mi alzo bene, la schiena tranquilla e parto già contento, una bella colazione e via si parte! Faccio un po’ di riscaldamento per Ps1 che è molto pedalata e via esco contento, mi sembra di esser riuscito a spingere un po’. In Ps2 mi diverto un sacco e sento di aver guidato bene, già nelle prove avevo avuto ottime sensazioni, Ps3 era quella che mi preoccupava di più invece esco con un buon ritmo e contento di come stavo guidando. Al C.O. guardò un po’ di tempi e sono quarto a sei secondi dal terzo! Parto carico per il secondo giro, esco da Ps4 sapendo di aver perso tempo, in alcuni punti stretta e pedalata non me la ricordavo. Mentre in Ps5 cerco di evitare forature in alto e spingo tutto quello che riesco nel pedalato e guido bene la parte veloce ma non basta, a fine gara finirò 5 di categoria. Nel complesso contento perché ho visto che mi sto avvicinando coi tempi ai primi, adesso arrivano le gare in montagna e li sono sicuro di poter dire la mia!! Ci vediamo a Canazei!!”

Andrea Garella: “È stata una gara difficile per me a causa di un’infiammazione alle vie respiratorie e dunque sotto antibiotico non sono riuscito a dare il massimo non essendo nelle migliori condizioni fisiche. Ho concluso la gara in quarta posizione a soli sei secondi dal podio. Lerici, località splendida e finalmente una gara con il sole.”

Simone Pelissero: “Sono contento della gara che ho fatto, sulla prima speciale ho preso subito un buon vantaggio di categoria e un buon tempo, perciò sulle altre PS ho preferito gestire il risultato e non strafare, così riesco a chiudere la mia gara primo tra gli junior e con una Top 15 nell’assoluta a pochissimi secondi dalla decima posizione. A fine gara ne avevo ancora e ho chiuso l’ultima speciale ottavo, questo vuole dire che la forma fisica c’è e sono molto contento di questo, ora cominciano le gare che piacciono a me, quelle in montagna e cercherò di dare il mio meglio.”

RIPRODUZIONE RISERVATA ©

Welovetoride.it non è un Blog con inserzioni commerciali. Se ti piace ciò che facciamo e come lo facciamo, puoi sostenere il nostro lavoro con una donazione libera. Grazie del supporto! 
Tutto il materiale pubblicato è di proprietà del sito Welovetoride.it e coperto da Copyright. E’ vietato ogni utilizzo, anche parziale senza il consenso dell’autore. Per ogni richiesta potete contattarci tramite email all’indirizzo: ride@welovetoride.it. Cheers!