Indietreggia un poco per saltare più lontano.

John Clarke

Molto spesso si sente dire, “non c’è un posto dove andare”, “ci vorrebbe un park”, ma tutto finisce li, con la fine della frase. Poi conosci chi lo desidera tanto, talmente tanto che a trenta chilometri da casa, dopo mesi di ricerca, trova un posto dove poter dare vita ad un piccolo sogno. Niente mega park o strutture da Redbull, ma tre salti, costruiti con passione. Ore ed ore per poterci girare prima che l’inverno arrivi, la pioggia, perché poi sarà impossibile fino a primavera inoltrata. Anche quest’anno Simone Medici e Mattia Setti hanno lavorato di badile dopo la stagione di gare, per poterci provare e dire: “Questo trick l’ho chiuso”.











































RIPRODUZIONE RISERVATA ©

Tutto il materiale pubblicato è di proprietà del sito Welovetoride.it e coperto da copyright. E’ vietato ogni utilizzo anche parziale senza il consenso dell’autore. Per ogni richiesta potete contattarci all’email: ride@welovetoride.it. Cheers!