Certe volte basta davvero poco. Una bike senza freni, un park, una luce e tanto stile. Ma di quello vero però, no di quello spacciato o preconfezionato che trasuda da tastiere e schermi vari, in cerca di facili like effimeri. Selfie autocelebrativi, dove si crede di essere il centro dell’universo. Eh si Copernico ha perso, ma di brutto però. Una percezione tolemaica ci sta innondando, o forse ci ha già sommerso. Oggi non esistono più eventi, emozioni, sensazioni, fermate da immagini che non contengano te ed il tuo corpo al centro dell’universo. Ma la fotografia è nata per questo scopo? Certamente no, ma per documentare e fermare un momento già passato. Non certo per mostrarsi al mondo sempre ed ovunque. Questa è solo una serata fatta di divertimento e passione. Niente ostentazioni non reali, niente finti miti omologati. Questo è solo stile, puro e duro, come le cartelle che i ragazzi hanno tirato per imparare questi trick. Niente foto posate con didascalie che devono raccontare. Raccontare cosa poi? Una foto non ha bisogno di una didascalia. Qui l’aria sotto le ruote è la sottile differenza tra chi lo sa fare e chi lo racconta. Luca e Marco Pettinà da sempre hanno preferito la via del fare a quella del raccontare. Tanto fumo e niente arrosto qui non trova spazio. Stay true.

RIPRODUZIONE RISERVATA ©

Tutto il materiale pubblicato è di proprietà del sito Welovetoride.it e coperto da copyright. E’ vietato ogni utilizzo anche parziale senza il consenso dell’autore. Per ogni richiesta potete contattarci all’email: ride@welovetoride.it. Cheers!