“Vedo le sponsorizzazioni come una linea retta, dal distributore verso i tanto ambiti ambassador, senza però poter avere indietro un’immagine di qualità e dei risultati concreti”
Mattia Arduino

Abbiamo il piacere di presentare la nuova line-up del Team Bike Busters per la stagione 2018. Molti i cambiamenti, ma anche per quest’anno i ragazzi di Priero (Cn), saranno presenti sui campi gara, supportando alcuni giovani con lo scopo di fare crescere e diffondere la disciplina agonistica della Downhill. Mattia Arduino, il TM ci racconta cosa è cambiato rispetto alla passata stagione e le difficoltà che le squadre trovano ormai nel coprire le spese o tenere in piedi strutture per i giovani. Buona lettura.

Team Bike Busters – Mattia Arduino

Ciao Mattia, ci sono grosse novità per la nuova stagione?
Siamo di nuovo qui, dopo un anno ed un bel po’ di cambiamenti! Partirei con le notizie meno belle per poi passare a quelle più piacevoli!

Team Bike Busters – Mattia Arduino

Allora quali sono le novità meno piacevoli?
Purtroppo nel 2018 Alan Beggin e Filippo Tonini non correranno più con noi, ma si sono avvicinati a casa come team. Gli facciamo un grosso in bocca al lupo e li ringraziamo per il contributo che hanno portato al team Asd Priero Bike Busters! Per quanto riguarda invece i nostri parmensi DOC Andrea Ceriati e Stefano Mezzetta siamo in una situazione di stallo in cui le università la fanno da padrone e vedremo se e come riusciranno a correre.

Team Bike Busters – Giacomo Franza

Ora veniamo alle novità più piacevoli?
Le conferme invece arrivano dai giovani e dagli amatori: Fabio Vanni, Maicol Francioli e Giacomo Franza che continueranno a correre con i nostri colori. Le possibilità di fare bene ci sono e sicuramente andando avanti nella stagione (il 2017 è stato il loro debutto su una bici da downhill), la consapevolezza e la confidenza che acquisiranno, li porterà ad essere dei protagonisti. Negli amatori Paolo Pettavino è da tenere d’occhio, il miglioramento che ha fatto è notevole e speriamo di poterlo tradurre in buone prestazioni nel 2018!

Team Bike Busters – Fabio Vanni

A livello di sponsor e come sta andando?
Le conferme arrivano anche da Norco che ci sostiene come negli anni scorsi. In particolare ringraziamo Massimiliano Caroli l agente che come Will Smith in MIB corre dietro alle esigenze di noi “creature strane” e Pietro Colturi di B Factory, l’agenzia che in italia si occupa di distribuire il marchio canadese di cui siamo tanto innamorati. Un nuovo sponsor del team sarà Leatt che ci ha aiutato con il vestiario e le protezioni. Un marchio “nuovo” ma non a livello di Coppa o internazionale. Abbiamo trovato molta serietà con il distributore italiano Athena e di Elvis Barossi, nostro referente. Poi la qualità eccellente dei prodotti, crescerà inevitabilmente nel panorama bici anche da noi.

Team Bike Busters – Paolo Pettavino

Purtroppo per chi vuole fare competizioni e promuovere l’agonismo della Mtb anche tra i giovani è sempre più dura “starci dentro”. Lo puoi confermare?
Per il 2018 avremo “solo” Norco e Leatt che ci sosterranno perché purtroppo nel 2017 abbiamo avuto moltissime promesse e richieste poi non finalizzate. Forse l’attenzione di alcuni distributori italiani (non tutti per fortuna) a volte è deviata da persone che riescono a vendere un’immagine basata sul niente. Ma a casa mia “0 x 10 fa sempre 0” . Non voglio fare una critica fine a se stessa. Mi piacerebbe vedere ditte che investono sui giovani cercando di farli crescere, in questo modo si creerebbero atleti che possono dare lustro agli sponsor che li hanno aiutati oltre che a tutto il movimento. L’aiuto deve essere come un cerchio: viene dato un qualcosa e di ritorno lo sponsor può avere un’immagine di qualità oltre che un vanto. Per come siamo messi ora, vedo le sponsorizzazioni come una linea retta, dal distributore verso i tanto ambiti ambassador, senza però poter avere indietro un immagine di qualità e dei risultati concreti. Mi fa molto pensare tutto ciò, come il fatto che ci sia gente che fa World Cup o IXS e fa pure risultai di assoluto rispetto ma che viene sostenuta meno di altri perfetti sconosciuti, ma molto bravi dietro la tastiera. Non è il fatto di saper vendere la propria immagine è il fatto che il sistema è triste e demotivante per chi si impegna veramente per uno scopo finale. Basterebbe che le ditte fossero più presenti sui campi gara, in modo da sapere ciò che è SI e ciò che è NO.

Team Bike Busters – Mattia Arduino

Sappiamo anche che ti sei preso a cuore la causa dell’amico Claudio Conte e del Team FRRD. Come sta andando?
Si nel team ci saranno altri giovani! Avremo sotto il nostro gazebo Gabriele Turelli, vice Campione Italiano Esordienti e tutto l’ex Team FRRD di Emporio Bike di San Bartolomeo e del nostro amico Claudio Conte che per vicissitudini all’italiana ha dovuto cercare una nuova sistemazione ai suoi giovani talenti che ha portato fino a questi livelli. I Zanone Bros, Samuele Fresco, Emanuele RigaAlessio MediciGabriele Vittore. La fusione sta iniziando e siamo sicuri di poter arrivare sui campi gara in pompa piena. Si unirà all’Asd Priero Bike Busters anche Michele Barbero, un amatore che può fare bene e in cui abbiamo molta fiducia!

Team Bike Busters – Fabio Vanni

Quindi in che competizioni vi vedremo gareggiare?
Saremo presenti a tutto il Gravitalia e al Campionato Italiano di Downhill a Pila. Prenderemo parte anche a qualche tappa del Super Enduro, le più vicine. Ricordiamo che l’Asd Priero Bike Busters organizzerà una tappa della SE valida per qualificarsi all’EWS. Ci piacerebbe inoltre anche essere presenti su qualche Mega, sono solo fantasie, ma non si sa mai!

Team Bike Busters – Giacomo Franza

Abiti in una zona al confine tra Piemonte e Liguria, posti bellissimi per la bike e bike park molto comodi. E’ vero?
Si verissimo! Per quanto riguarda gli allenamenti saremo fissi nei bike park vicini a noi come Viola St. Greè, un bike park nuovo che ha riscosso un gran successo nella seconda parte della stagione 2017 e che quest’anno promette di fare ancora meglio. Frequentiamo inoltre gli altri park della zona. Cogliamo l’occasione per ringraziare anche Fulvio Balbi che nutre la mia zona con sentieri su sentieri in modo da tenere viva la Mtb nell’Alta Val Tanaro. Un territorio bramato da tutti i “finaleros”, ma che per ora viene tenuta come una perla preziosa in cui pochi possono inoltrarsi e forse anche per questo chi ci gira ne è entusiasta. Le foto che vedete sono state fatte su una traccia da lui scoperta e mantenuta da Angelo Viganò con il Nava Freeride Paradise, un comprensorio che invito tutti a scoprire. Colgo l’ occasione per ringraziare pure lui perché il lavoro che fa è impagabile.

Team Bike Busters – Paolo Pettavino

Chi vuoi salutare o ringraziare oltre ai ragazzi appena citati?
Si oltre a Fulvio ed Angelo, ringrazio gli sponsor che credono in noi. Ma mi vorrei soffermare sulle famiglie degli atleti. Ringrazio i genitori dei ragazzi che corrono con noi, perché con mille salti mortali riescono a fare essere sempre presenti i figli agli allenamenti e alle gare! Infine ringraziamo te e We Love to Ride per la pazienza la disponibilità! Cheers ci vediamo sui trails!

Team Bike Busters – Mattia Arduino

Ringraziamo Mattia per questa chiacchierata e gli auguriamo un 2018 positivo, oltre a complimentarci per il suo operato. Da sempre crediamo ed apprezziamo molto il lavoro di tutti quei TM o brand che guardano lungo, credendo e supportano i giovani. Perché loro sono il futuro e sono gli unici che domani possono regalarci soddisfazioni anche a livello internazionale. Cheers!

Team Bike Busters – Fabio Vanni

Team Bike Busters – Paolo Pettavino

Team Bike Busters – Giacomo Franza

Team Bike Busters – Fabio Vanni – Mattia Arduino – Giacomo Franza – Paolo Pettavino

RIPRODUZIONE RISERVATA ©

Tutto il materiale pubblicato è di proprietà del sito Welovetoride.it e coperto da copyright. E’ vietato ogni utilizzo anche parziale senza il consenso dell’autore. Per ogni richiesta potete contattarci all’email: ride@welovetoride.it. Cheers!