“Penso sia importante essere onesti, leali, sportivi
e disposti al sacrificio se si vuole fare uno sport ad alti livelli.”

Bike Busters Team

Cosa porta un giovane ragazzo a creare un team di Downhill per partecipare a nuove gare e competizioni? Forse la voglia di provarci, la voglia di rinnovarsi ma prima di tutto crediamo l’amore per  questo Sport. Mattia Arduino, al suo secondo anno di competizioni con i Bike Busters, ci parla di come è nato questo suo progetto.

Mattia Arduino

Chi è il Team Bike Buster? Come è nato?
Il team Bike Busters-Norco West Coast è essenzialmente la Asd Priero, l’associazione sportiva dove la mia piccola esperienza ciclistica nel mondo gravity è iniziata,  un gruppo di amici affiatati con la passione per le ruote tassellate che in qualche modo ha anche contribuito alla nascita dell’Enduro moderno avendo organizzato una delle prime gare in Italia appunto a Priero. L’anno scorso dopo aver aperto il negozio “Bike Busters” a Ceva (Cn) parlando con Pierluigi Barattero e Daniele Vigliero (i boss dell Asd Priero ) abbiamo deciso di rimettere in piedi la squadra. Con un discreto riscontro numerico di tesserati in tutte le discipline della mtb ci siamo concentrati sul gravity e su Gravitalia in particolare. Il resto è “storia” recente e ancora da vivere nel 2017.


Mattia Arduino

Il nome “Bike Busters” da dove deriva?
Deriva dal fatto che non sapevo come chiamare la mia attività e l ultimo giorno in cui potevo scegliere ho deciso questo perchè è identificativo, simpatico ed inusuale!

Avete dei valori o dei principi a cui vi ispirate?
Bella domanda, valori e principi sicuramente. Non saprei dare un elenco di quali sono i valori a cui ci ispiriamo maggiormente, penso sia importante essere onesti, leali, sportivi e disposti al sacrificio se si vuole fare uno sport ad alti livelli. Io arrivo dal mondo Endurance (cross country, trail running ecc..), nel 2006 ero un componente della Nazionale Giovanile di Sci Alpinismo e ti posso assicurare che per quanto quello sport sia affascinante a livello umano non è paragonabile al mondo gravity inteso come downhill. Credo che questo sia il circus in generale che ha valori fondamentali ben marcati e a cui tutti noi facciamo riferimento mantenendo un ambiente di sport sano pulito e gioioso. Certo anche qui ci sono le simpatie e le antipatie, ma ci si rispetta ugualmente, credo che chi non ha mai avuto l’occasione di fare un week-end di gara nel Downhill dovrebbe provare per credere.


Alan Beggin, Filippo Tonini, Elia Zanetti, Stefano Mezzetta, Andrea Ceriati, Mattia Arduino

Dal 2017 avete inserito nel team degli ottimi atleti, chi sono?
Si nel 2017 saremo un team rinnovato e rafforzato pronto a divertirsi, perchè questo sarà  il primo obbiettivo: divertirci e far divertire chi ci segue. I risultati speriamo arrivino ma mi piace non pensarci perchè più ci pensi e meno li ottieni. Diciamo che più che aver preso dei nuovi atleti abbiamo “integrato” il Team 360 Degrees del nostro grande amico WB7 che sta lavorando per altri progetti e non si sentiva di portare avanti tutto. Chiaramente è dietro alle quinte, con i preziosi suggerimenti giusti al momento giusto! In poche parole vedrete su Norco Aurum atleti che non hanno bisogno di presentazioni: Alan Beggin, Stefano Mezzetta, Elia Zanetti. Il divertimento è assicurato siamo grandi amici e loro sono top riders, diversi e unici allo stesso tempo, indispensabili a mantenere l’alchimia che aveva confezionato il mitico Walter. L’anno scorso erano i “Tre Moschettieri” e quest’anno saremo un pò di più, ma il motto che vale sempre è: tutti per uno, uno per tutti. Le novità però non sono finite, infatti avremo anche Filippo Tonini, ex Mangusta Bike, il whippatore seriale e Campione Italiano Esordienti, sarà impegnato nella categoria Allievi 2017. Sotto i nostri gazebo ci saranno anche “debuttanti di livello“, Edoardo Marchese, Fabio Vanni, Micheal Francioli, Giacomo Franza e Manuel Bezzone. Non dimenticherei mai il mio fido scudiero del 2016 Andrea Ceriati, che è come un fratellino minore e sono contento di riconfermare per il 2017. Infine abbiamo anche una parte per i “lovers” i nostri amatori , due li conoscono praticamente tutti per il folclore che portano alle gare ahaha… Sono Massimo Lanfranconi e Giacomo Barelli, inseparabili e fuori dalle righe, avremo anche una novità negli amatori e parlo di Paolo Pettavino che in quanto a serietà e tenacia non ha da invidiare niente a nessuno. Vedremo siamo curiosi.


Alan Beggin

Stefano Mezzetta

Quindi avete deciso di puntare anche sui giovani?
Si quest anno abbiamo come dicevo molti giovani, cinque tra allievi e juniores. Elia Zanetti junior difende il titolo di Vice Campione Italiano Dh e Campione Italiano 4x della categoria. Filippo Tonini, Fabio Vanni, Micheal Francioli, Manuel Bezzone, saranno degli ospiti scomodi per tutti gli allievi nel circuito italiano, vedremo cosa saranno in grado di portare a casa, le prospettive sono buone, il tutto senza pressioni od aspettative controproducenti.


Elia Zanetti

Filippo Tonini

Quali sono gli obiettivi per la nuova stagione?
Saremo presenti sui campi gara di Gravitalia e dell’Assoluto Italiano a Bormio principalmente. Faremo qualche IXS Cup compatibilmente con il lavoro e gli studi e qualche garetta locale di enduro giusto per tenerci in forma.


Andrea Ceriati

Sappiamo che avete con voi i ragazzi che hanno supportato Walter Belli nel suo progetto Team 360 Degrees, come è nata questa unione?
L’unione com Walter Belli è iniziata molto tempo fa nel 2011 quando sono stato tesserato con lui nel team Gt 360 Degrees. Quell’anno per lavoro non avevo corso nemmeno una gara, ma avevamo fatto molti show con la Bmx in giro per l’italia assieme a Wally. Da li siamo rimasti sempre in contatto, un’amicizia non assidua ma vera che dura tutt’ora. Il passaggio del suo team sotto la mia ala è partita penso la scorsa estate dopo Bormio. Sono passato a trovarlo a Parma dove vive con la sua splendida  moglie Elisa e scherzando (con Wally è dura dire cose serie)  l’avevamo buttata li pourparler e da li è diventata realtà. Vorrei ringraziare lui ed Elisa in particolare perchè, come è già stato scritto da non ricordo chi, quando vado a trovarli sono convinto di portare un momento di leggerezza nella loro giornata e mi trovo regolarmente a portarmi via più di quanto io possa mai portare li. Se i super eroi esistessero loro sarebbero negli Avengers di diritto.


Alan Beggin

Chi volete salutare o ringraziare?
Vorrei ringraziare tutti quelli che fin ora ho citato nell’intervista per aver creduto in questo progetto e per farlo crescere ogni giorno. Ringrazio inoltre gli sponsor che ci accompagneranno nella stagione 2017 Norco Bicycles Italia che ci aiuta con le nostre Aurum, saremo vestiti dal brand più polivalente e funzionale del mondo mtb Endura, si prenderanno cura delle nostre sospensioni Andreani Group Mtb. Sui campi gara i nostri freni saranno coccolati da Serafino Billet mentre per le ruote ci affideremo ad un artigiano italiano Damil Components. Idem per guida catena e corone Mpm Tech, una piccola ditta di ragazzi italiani che stanno crescendo con noi. Sportsnut ci fornirà protezioni Ixs, invece italiane saranno le nostre maschere Ethen. Larm ha pensato alle nostre teste e piedi fornendoci caschi Bell e scarpe Giro. Montalbetti ci aiuterà con Schwalbe, Rie cycles sarà sponsor per manubri e attacchi Gamutt, pedali con Ht, manopole Odi. Staygasato ci fornirà le maglie più gasate del circus. Ringraziamo anche tutti coloro che ci vogliono bene e ci seguono sostenendoci!!!


Elia Zanetti

Tutto il materiale pubblicato è di proprietà del sito Welovetoride.it. Se ti è piaciuto questo articolo, puoi supportare il nostro lavoro. Come? Inviaci un’email a ride@welovetoride.it siamo in cerca di sponsors per creare nuovi contenuti. Cheers!