“Devi sapere che puoi vincere. Devi pensare che puoi vincere. Devi sentire che puoi vincere.”

Sugar Ray Leonard

Vincere non vuole dire battere un avversario, non vuole dire semplicemente arrivare prima di tutti al traguardo. Vincere parte da molto più lontano, perché vincere è solo la conferma di un lungo percorso intrapreso. Vincere non è un punto di arrivo, ma solo una linea da oltrepassare per poi continuare nella giusta direzione. Vincere è uno stato mentale, vincere è una predisposizione dello spirito. Non si vince contro gli altri, si vince contro se stessi, contro le proprie paure, le proprie fatiche i propri sacrifici. Vincere è una gratificazione, ma i trofei sono solo degli oggetti che si raccolgono in questo viaggio, perché vincere è molto di più. Non si vince solo sopra la bicicletta, ma si vince nella vita di tutti i giorni. Vincere è condividere, condividere con i propri compagni di team la gioia per questo momento. E’ la conferma che il lavoro di squadra aiuta e stimola i compagnia a dare sempre di più. Vincere è ripartire per una nuova sfida. 

Carlo Caire sulla lunga e veloce pista di Frabosa Soprana (Cn), che ha messo a dura prova i freni e la preparazione degli atleti, è riuscito a conquistare la vittoria e confermare il proprio talento. Dietro di lui il proprio compagno di squadra Francesco Colombo, staccato di pochi decimi di secondo, su un tracciato di oltre quattro minuti di gara. Al terzo posto un piazzamento che vale come un primo posto. Perché il buon Alan Beggin è riuscito a riportare il Team 360 Degrees sul podio e lo ha fatto con un tocco speciale. Infatti per questa pista, dalle alte percorrenze, Alan ha utilizzato la bici di Walter Belli, il quale non si è perso un secondo della run in costante contatto telefonico con il fratello Diego Belli presente a bordo pista. Quarta posizione per Davide Palazzari del Team Le Marmotte Loreto con un’ottima prestazione per lui. A confermare il periodo del Team Argentina Bike sono stati anche i piazzamenti di Loris Revelli e Gianluca Vernassa, quattro atleti nelle prime sei posizioni.

Tra le Donne Agoniste, ritorno di Alia Marcellini con il Team Gb Rifar Racing Team A e vittoria di giornata. A seguire Eleonora Farina, Team Mangusta Bike che aveva fatto segnare il tempo più veloce in qualifica. Al terzo posto Elisabetta Canovi portacolori del Team Cingolani.

Nella categoria Amatori Maschile, grande prova in gara di Mattia Arduino del Team Bisalta Bike, a seguire il sempre veloce Paolo Alleva del Team Scout/Nukeproof. Terzo posto per Luca Fusani, A.s.d. G.S. PRO-M il quale non riesce a riconfermarsi il più veloce come in qualifica. Per la categoria Amatori Femminile, vittoria di Sara Mologni Team Scout/Nukeproof. Denise Tremul del Team A.s.d. Gravity Project si è aggiudicata il secondo posto. Dietro di lei l’atleta del Team Ancillotti Doganaccia Mary Perin. Con un inizio di stagione così intenso e pieno di emozioni non si può certo dire che queste gare annoiano pubblico ed atleti presenti. Prossimo appuntamento fissato per il 27 e 28 Giugno sulla bellissima pista dell’Abetone (PT).

Chissà chi sarà il prossimo vincitore? Perché in fin dei conti vincere è semplicemente trasformare un sogno in realtà. 

Maggiori informazioni e classifiche sul sito ufficiale http://www.gravitalia.it

Canzone consigliata Foo Fighters – Walk (Che ne dite?)

Tutto il materiale pubblicato è di proprietà del sito Welovetoride.it e coperto da Copyright. E’ vietato ogni utilizzo, anche parziale senza il consenso dell’autore. Per ogni richiesta potete contattarci tramite email all’indirizzo: ride@welovetoride.it. Cheers!